seo on page e off page

Seo On-Site e Off-Site: Differenze e Consigli

La SEO è l’insieme delle strategie che mirano all’ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca. In altre parole, si tratta di alcune tecniche e processi in grado di migliorare la qualità del sito così che Google possa suggerirlo tra i primi risultati della SERP.

Questo, d’altronde, è lo scopo primario di tutti i proprietari di un sito web: ottenere di un buon traffico organico che possa tramutarsi in una rete di clienti fidati o consumatori. Affinché ciò possa accadere, però, è necessario effettuare ottimizzazioni tanto all’interno del sito, quanto “all’esterno”.

Ecco perché oggi siamo qui a parlare della Seo On-Page e della Seo Off-page. Analizzando queste due aree che compongono la SEO riuscirai ad avere un quadro completo e specifico di tutto ciò che necessita il tuo sito per godere di un buon posizionamento sui motori di ricerca.

Seo On-Site e Off-Site

Seo On-Page

La Seo On-Page è il termine che viene utilizzato per indicare l’insieme delle ottimizzazioni che dovranno essere apportate all’interno della pagina di un sito. Ciò significa che, a differenza di quanto si tenda comunemente a credere, la Seo On-Page non riguarda direttamente le ottimizzazioni Seo On-Site.

In entrambi i casi si parla di migliorie da apportare internamente al sito, ma con una grande differenza:

  • La Seo On-Page riguarda le ottimizzazioni correlate a tutti i fattori e gli elementi presenti all’interno di una singola pagina
  • La Seo On-Site riguarda le ottimizzazioni relative alla struttura del sito (menu, categorie, velocità di caricamento ecc.)

Fatta questa doverosa premessa, adesso possiamo concentrarci sulla Seo On-Page. Lo scopo di qualsiasi ottimizzazione SEO è quella di rendere il sito web quanto più efficiente e performante possibile. Questo è un concetto molto importante, poiché sarà la base su cui si baserà tutto il nostro discorso di oggi.

I fattori più importanti della Seo-On Page

La Seo On-Site è un’attività ampia ed articolata che riguarda molteplici fattori inerenti alla pagina web. Tuttavia, ad oggi possiamo dire che siano state rilevate 5 componenti essenziali che meritano tutta la nostra attenzione:

  1. Contenuto di qualità
  2. Struttura ottimizzata del testo e delle immagini
  3. Ottimizzazione di URL e metadescription
  4. Linking interna
  5. User mobile experience

Il fattore SEO più importante è la qualità, la completezza e l’autorevolezza del contenuto che si andrà a pubblicare. In altre parole, il proprietario di un sito web potrebbe effettuare tutte le ottimizzazioni esistenti, ma senza un contenuto apprezzabile in termini di informazioni condivise, non andrà molto lontano.

Allo stesso tempo, però, è necessario che il testo segua una struttura organizzata e gerarchica. In questo caso facciamo riferimento al tag title e agli heading tags. Il primo non è nient’altro che il titolo che sceglieremo per il nostro contenuto.

Per quanto possa sembrare banale, il tag title è tutt’oggi considerato uno dei fattori più rilevanti per il posizionamento di un sito web. Il titolo, infatti, dal momento che racchiude tutto il tema trattato in poche parole, è ciò che spinge l’utente a cliccare sulla pagina in questione.

Gli heading tags, invece, di cui abbiamo parlato in maniera approfondita all’interno di questa guida, sono i sottotitoli che dovremo utilizzare per suddividere in modo leggibile e coerente l’intero contenuto. In altre parole, non possiamo pensare di pubblicare un blocco di testo unico, senza immagini e senza la suddivisione in paragrafi.

Per quanto riguarda le immagini, anche queste dovranno essere ottimizzate, attraverso l’inserimento dell’alt e del title tag. L’altro fattore essenziale su cui dovremo lavorare è la creazione dei link interni. Questi ultimi non sono nient’altro che dei collegamenti che puntano ad altre pagine interne al sito, così da creare una “rete” che porti l’utente a navigare più pagine del sito web.

Questo è un elemento molto importante in termini di ottimizzazione On-Page, poiché consente di mantenere basso il famoso bounce rate. Da ultimo, abbiamo la user mobile experience, che come sottolinea il termine stesso, si tratta dell’esperienza dell’utente sul nostro sito in versione mobile.

Seo Off-Page

Una volta che tutte le pagine del sito web saranno state ottimizzate ci si potrà concentrare sulla Seo Off-Page. Difatti, pensare alle ottimizzazioni esterne al sito prima di aver effettuato quelle interne non ha alcun senso. Sarebbe come pensare alla struttura di un palazzo senza prima aver costruito le fondamenta.

La Seo Off-Page, come anche in questo caso sottolinea il termine stesso, indica tutte le azioni e le strategie che vengono eseguite “fuori” dal sito stesso. L’obiettivo, comunque, rimane sempre quello di aumentare la visibilità e di favorire un miglior posizionamento in SERP.

In sostanza, si parla di una serie di strategie volte a migliorare la percezione che gli utenti hanno del sito, poiché la Seo Off-Page ne aumenta  l’affidabilità, la notorietà e la rilevanza.

I fattori più importanti della Seo-Off Page

La principale tecnica di Seo Off-Page che viene utilizzata è quella eseguita tramite i backlink. I collegamenti che puntano al proprio sito, infatti, sono un indicatore importante per Google, poiché evidenziano la qualità e la completezza dell’articolo linkato.

Tuttavia, come abbiamo potuto spiegare più volte all’interno del nostro blog, non è tanto la quantità dei backlink a fare la differenza, bensì la loro autorevolezza. Se il nostro sito viene linkato da testate giornalistiche o da portali completi e di qualità, allora sarà un valore aggiunto.

Al contrario, i backlink di dubbia natura o provenienti da parte di siti “insignificanti” possono addirittura minare tutto il nostro lavoro. Ecco perché, come spiegato in questa guida, è essenziale effettuare un’analisi accurata dei link in entrata.

Oltre ai backlink, ci sono anche altre strategie di Seo Off-Page che possono essere utilizzate per aumentare la visibilità del sito: guest posting e bran mantion. Nel primo caso si tratta di realizzare dei contenuti che verranno pubblicati su siti di terzi con il link al nostro sito.

Questa tecnica viene definita link building tramite guest post, ed è molto efficace per aumentare la notorietà del sito web. Nel secondo caso, invece, parliamo di menzioni del nome del nostro brand, azienda o sito sempre all’interno di siti terzi.

In entrambi i casi, come potrai immaginare, è essenziale che si tratti di siti autorevoli e di qualità. Ad ogni modo, il brand mention si differenzia dalla link building poiché l’anchor text non conterrà alcun link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *