come verificare il posizionamento di un sito su google

Come verificare il posizionamento del tuo sito su Google

Raggiungere un buon posizionamento in SERP è lo scopo di tutti i proprietari di un sito. Che si tratti di un’attività commerciale, informativa o anche solo di un blog, l’obiettivo primario della pubblicazione di un contenuto è che questo esca tra i primi risultati di Google.

In questo modo, gli utenti potranno sia trovare il contenuto, che il sito, generando un aumento del traffico organico. Come ho avuto modo di spiegare in questa guida, il posizionamento di un sito su Google è un processo che richiede molta attenzione e competenze.

Oggi, però, siamo qui per parlare di un altro tassello importante che interessa il tuo business: la verifica del posizionamento del sito su Google. Quest’ultima, infatti, è essenziale per poter monitorare l’andamento del tuo lavoro e, nel caso in cui fosse necessario, intervenire per ottimizzarlo ulteriormente.

Come verificare il posizionamento del tuo sito su Google

Perché monitorare il posizionamento di un sito su Google?

Prima di capire come verificare il posizionamento del tuo sito su Google, voglio assicurarmi che tu sappia il motivo per cui questo passaggio è così fondamentale per il tuo progetto online. In base alla tua nicchia di riferimento, presumo che tu abbia effettuato la ricerca delle parole chiave prima di procedere con la realizzazione dei contenuti.

Il tuo intento, infatti, sarà quello di posizionare il tuo sito (o le relative pagine) per alcune keyword. Fino a qui è tutto abbastanza lineare. Ma, cosa succede quando l’attività di pubblicazione diventa costante e regolare? Che si perde traccia del proprio lavoro.

All’inizio, infatti, è molto più semplice verificare il posizionamento del proprio sito su Google, mentre con l’avanzare del progetto diventa un po’ più complesso. Ad ogni modo, il processo di verifica ti serve per controllare la posizione che il tuo sito ricopre nelle SERP del motore di ricerca.

Difatti, realizzare e pubblicare un contenuto non ti dà la garanzia che questo risulterà tra i primi risultati di Google. Affinché questo possa succedere è opportuno affidarsi a tutte le strategie SEO del caso, ma a prescindere, dovrai accertarti che Google abbia apprezzato il tuo contenuto e che lo restituisca tra i suoi principali risultati.

Verifica del posizionamento di un sito su Google: Ecco come effettuarla

Controllare la posizione del tuo sito sul motore di ricerca più utilizzato al mondo è una fase imprescindibile per il tuo business. Di conseguenza, non pensare che sia un’invenzione dell’ultimo minuto, perché se non monitori i risultati del tuo lavoro, navigherai ad occhi chiusi in un mercato molto competitivo ed affamato.

Ad ogni modo, la buona notizia è questa verifica può essere effettuata in modo semplice, rapido e gratuito. Vediamo allora quali sono i mezzi che hai a disposizione:

Verifica manuale

Il primo metodo che puoi utilizzare per verificare il posizionamento del tuo sito su Google è quello manuale. Come suggerisce il termine stesso, non dovrai fare altro che digitare la keyword di tuo interesse nella barra di ricerca e vedere la posizione che occupa il suo sito per quella query.

Prima, però, ricordati di aprire una nuova pagina di navigazione in incognito, così da avere la sicurezza che i cookie e le visite pregresse non influenzino i tuoi risultati. Questo metodo è sicuramente molto semplice, ma al tempo stesso anche molto limitato e limitante.

Il controllo manuale, infatti, ti consente di controllare il posizionamento del sito per una sola keyword alla volta, poiché non può tenere conto di tutte le correlate. Tuttavia, devi tenere in considerazione che il tuo sito potrebbe essere posizionato più per le keyword correlate che per quella principale: ecco perché il controllo manuale va bene “fino a una certa”.

Inoltre, controllare il posizionamento su Google manualmente, è un processo piuttosto lento e, come ti spiegavo prima, che può essere tenuto in considerazione se le keyword da cercare sono ancora poche. Quando il progetto inizia ad ampliarsi, questa opzione inizia a diventare davvero obsoleta.

Verifica tramite tool specifici

Il controllo manuale è una soluzione che ti consiglio di tenere in considerazione solo durante i primissimi tempi. Una volta che il tuo progetto avrà preso forma, infatti, è il caso di passare a delle opzioni più complete e professionali.

Qui sotto ti presento le due soluzioni che, a parere mio, possono essere considerate le migliori ad oggi disponibili per verificare il posizionamento del tuo sito su Google:

Search Console

La prima che mi sento di suggerirti è Search Console, un servizio gratuito di Google che, una volta collegato al tuo sito, ti consente di monitorarne quotidianamente ed istantaneamente l’andamento. A dire il vero, Search Console svolge numerose ed importanti funzioni per il tuo progetto, e per questo ti consiglio di collegarlo al tuo dominio senza pensarci due volte.

Il controllo del posizionamento, infatti, è uno dei tanti servizi che trovi all’interno di questa piattaforma. Search Console può essere visto come “gli occhi di Google“. Tutto ciò che succede all’interno del tuo sito, in altre parole, Search Console te lo evidenzierà in modo semplice e diretto.

Questa è l’interfaccia che vedrai una volta che aprirai il tool:

verificare il posizionamento di un sito su google

SeoZoom

La seconda opzione a cui puoi affidarti è SeoZoom, uno dei tool che sono solito suggerire per molte delle operazioni SEO che interessano i progetti online. Il suo utilizzo, in un primo momento, potrebbe apparire complesso, ma è solo perché il menu è ricco di voci che consentono di effettuare numerose funzioni.

Ad ogni modo, è bene sottolineare che, a differenza di Search Console, SeoZoom è a pagamento. Anche in questo caso, però, non si tratta di un servizio che si limiterà a fornirti informazioni sul posizionamento del tuo sito. Difatti, sono davvero tante le informazioni che puoi ottenere dal suo utilizzo:

  • Capire per quante e quali keyword è posizionato il tuo sito
  • Quante ricerche mensili fanno le parole chiave
  • Traffico generato dalle keyword
  • Ricerca delle parole correlate
  • Analisi della concorrenza che opera nella tua nicchia

Queste diciamo che sono le principali funzionalità di SeoZoom, ma ce ne sono molte altre che potrebbero tornarti utili per il tuo business. Una molto utile e interessante, per esempio, è la possibilità di selezionare le keyword che desideri monitorare più di frequente, così da avere un controllo semplice ed immediato alle parole che ritieni più rilevanti per il tuo progetto.

Questa è l’interfaccia che vedrai una volta che ti sarai registrato e avrai selezionato l’abbonamento:

controllo del posizionamento di un sito su google

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *